Associazione Culturale La FabulaSaltica

Danze del XIII e XIV Secolo

fabula1Diabolica Femina. Danze medievali e rinascimentali tra accuse e sospetti
La danza, al pari della musica o del canto, ha a lungo accompagnato la vita sociale nel medioevo. Veniva praticata all’interno degli edifici, nelle piazze o sui sagrati di chiese e cattedrali, nonostante fosse fieramente avversata dalle gerarchie ecclesiastiche, infatti veniva ritenuta una manifestazione peccaminosa, dove protagonista assoluto era il corpo, quindi il male.
Nel Medioevo la danza rappresentava l’unico mondano passatempo, appena tollerato nell’arco dell’anno costellato da tante astinenze, pertanto ogni occasione sacra o profana dava spunto ai festeggiamenti.
Lo spettacolo ricrea l’atmosfera di una festa rustica in cui i danzatori formando cerchi chiusi ed aperti, si abbandonano al piacere delle farandole e della “danza alta” vivace e saltata e dei balli, con brevi commenti illustrativi e invettive tratte da testi coevi alla danze.
Conclude lo spettacolo una suggestiva Schiarazula Marazula, un ballo a cerchio di cui è rimasta la partitura di Giorgio Mainerio, ripresa in tempi moderni anche da Angelo Branduardi. Il ballo ricorda le tradizionali danze macabre medioevali e i sabba delle streghe.
Tutte le coreografie sono basate su ricerche storiche di diversi studiosi italiani e francesi i cui trattati di riferimento vanno da Guglielmo Ebreo, Domenico Da Piacenza, Thoinot Arbeau. Il gruppo ha cercato di ricostruire nella maniera più filologica possibile i principi e le tecniche di un’arte molto raffinata, nella quale gli Italiani erano maestri
Passo dopo passo ripercorreremo quei movimenti, quelle note che hanno ancora tanto da raccontare.

Associazione Culturale La FabulaSaltica

“La FabulaSaltica”, si è formato a Gradara nel 2007 in collaborazione con l’Associazione Danze Antiche “A.D.A.” di Milano e Proloco di Gradara con lo scopo di riscoprire del patrimonio coreutico del ‘400 e del ‘500, un aspetto determinante della cultura Rinascimentale e si è costituita come associazione culturale nel 2011.
I membri del Gruppo hanno sentito l’esigenza, nel corso degli anni di approfondire la conoscenza della danza storica, frequentando corsi, stage e seminari tenuti da alcuni degli insegnanti e specialisti più qualificati a livello nazionale e internazionale, quali: Bruna Gondoni, Marco Bendoni, Letizia Dradi, Lieven Baert, Lucio Paolo Testi.
Il Gruppo è al momento costituito da tredici elementi e si esibisce prevalentemente in rievocazioni e manifestazioni storiche. Gli spettacoli proposti sono pensati per spazi aperti, teatri e dimore antiche, caratterizzati dall’integrazione della danza sia popolare sia nobile, con letture, interventi teatrali e canto.
Oltre ad animare le principali manifestazioni culturali e turistiche di Gradara (Assedio al Castello, Gradara d’Amare, Castello di Natale, The Dragon Castle, Intercultura al Castello di Natale, a Gradara, Vietato non Toccare,…), “La FabulaSaltica” ha preso parte ai principali eventi del territorio, danzando per i Comuni di San Leo, Riccione, Misano Adriatico, MonteFiore Conca, Torriana, Mondaino, Gabicce Monte, San Lorenzo in Campo, Cartoceto. Il Gruppo si è anche esibito in occasioni di alcune importanti rievocazioni storiche regionali ed extraregionali, tra le quali Rocca di Calascio (L’Aquila), partecipazione nelle giornate del FAI all’interno del Museo Medioevale di Bologna e a quella dedicata dalla città di Monza alla Regina Teodolinda.